WordPress database error: [INSERT command denied to user 'appuntis12056'@'2001:4b78:1001::501' for table 'wp_options']
INSERT INTO `wp_options` (`option_name`, `option_value`, `autoload`) VALUES ('_transient_doing_cron', '1501180866.7715148925781250000000', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE `option_name` = VALUES(`option_name`), `option_value` = VALUES(`option_value`), `autoload` = VALUES(`autoload`)

Soldi veri e soldi falsi | Il blog di wow

Il blog di wow

Riflessioni non richieste su giornalismo, politica, economia, televisione

Soldi veri e soldi falsi

| 0 comments

Di euro da dare o non dare abbiamo scritto ieri, con l’intervento di Giacomo Di Girolamo. Oggi mi concentrerei sul comunicato stampa della Cei (ripreso a caratteri cubitali da tutti i giornali e tg) che stanzia "ulteriori 2 milioni di euro" per aiutare le popolazioni, giungendo così a uno stanziamento di 5 milioni di euro.
Bagnasco all’annuncio era raggiante come se avesse donato alle popolazioni terremotate 200 milioni.

Nel sito della Cei si legge che in realtà questi ultimi cinque milioni saranno devoluti per far nascere un centro di prima accoglienza e per la Caritas dell’Aquila. Per carità, nulla da dire, ma la Caritas non è la stessa cosa della Protezione Civile.

Inoltre, a fare la parte del leone, dovranno essere come al solito i fedeli, invitati a partecipare alla grande colletta per l’Abruzzo in programma domenica prossima.

I soldi dell’8 per mille (circa un miliardo di euro) sono in salvo. Ai terremotati grandi fanfare per il 5 per mille del’otto per mille. Sono soddisfazioni.

Degna di encomio la proposta di Giancarlo Lehner (trovate qui il suo pezzo per Libero). Siccome solo il 37% dei cittadini sceglie la Chiesa Cattolica come destinatario del proprio otto per mille, sarebbe il caso che lo stato decidesse di utilizzare per l’Abruzzo tutti i soldi delle dichiarazioni inoptate, che invece con la legge attuale finisce per il 90% alla Chiesa Cattolica. Ovviamente non passerà, ma qualcosa si muove.

Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Required fields are marked *.