WordPress database error: [INSERT command denied to user 'appuntis12056'@'2001:4b78:1001::501' for table 'wp_options']
INSERT INTO `wp_options` (`option_name`, `option_value`, `autoload`) VALUES ('_transient_doing_cron', '1511293076.3325800895690917968750', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE `option_name` = VALUES(`option_name`), `option_value` = VALUES(`option_value`), `autoload` = VALUES(`autoload`)

Resurrezioni | Il blog di wow

Il blog di wow

Riflessioni non richieste su giornalismo, politica, economia, televisione

Resurrezioni

| 4 Comments

Nel novero delle sempreverdi "bufale d’annata" un posto di diritto se lo è assicurato Danilo Coppola con la sua evasione dal letto dell’ospedale di Frascati. Il novello Kappler era stato dato per spacciato due giorni fa dalla sua famiglia, e soprattutto dall’astutissima madre, che ha prima inscenato una manifestazione di alcuni loschi figuri della borgata finocchio davanti al carcere dove suo figlio era recluso; poi, appena trasferito in ospedale, ha distillato comunicati stampa in cui dava prima in coma e poi in coma irreversibile suo figlio.

Ora, il miracoloso caso di "rimessione". E ci manca solo che in questo giochetto da quattro soldi per salvare dalla galera un noto evasore fiscale (se non di più), che intestava gli alberghi a operai thailandesi per non pagare le tasse, arrivi l’immancabile puntata dell’approfondimento della seconda serata di porta a porta o di matrix. Magari con la mamma di Coppola che attribuisce a Padre Pio il miracolo del "risveglio" del figlio.

C’è un solo precedente che torna in mente tra i miracolati recenti: Mario Scaramella.
Il peracottaro superconsulente della Commissione Telekom-Serbia, all’indomani dell’omicidio tramite il polonio di Alexander Litvinenko, che aveva incontrato quel giorno stesso, era stato dato per spacciato dal sempre bene informato Paolo Guzzanti "è sereno, sa che morirà, ha ingerito una dose di polonio mille volte superiore a quella fatale" disse al tg3.
Ovviamente non era vero niente, tanto che, appena sceso dalla scaletta dell’aereo, Scaramella si accomodò nel cellulare della polizia per essere trasferito in carcere, dove si trova tuttora.

Padre Pio, se proprio devi, la grazia falla a noi.

Be Sociable, Share!

4 Comments

  1. Wow, ovviamente non hai colto il vero senso della fuga del Coppola.

    Lui, da bravo credente, stava semplicemente interpretando la parte del buon paralitico; della serie “Lazzaro, alzati e cammina”

    Cerì

  2. anche tu non scherzi come provocazione…

    opsss dimenticavo: pare che coppola sia stato avvistato nell’atto di gettare mutande da un balcone facendo penzolare un neonato oltre la ringhiera e sbandierando a tutti – nell’ordine – la sua simpatia per la franzoni, la sua meta di vacanza preferita (garlasco) e l’università migliore a suo parere (padova).

    FUMATOSCANI

  3. ehehehehehehehe queli del ris potrebbero scoprire che era lui a perugia il famigerato 24esimo uomo.. chissà…

  4. Si vede che anche in Paradiso ha degli “amici”.

Lascia un Commento

Required fields are marked *.