WordPress database error: [INSERT command denied to user 'appuntis12056'@'2001:4b78:1001::501' for table 'wp_options']
INSERT INTO `wp_options` (`option_name`, `option_value`, `autoload`) VALUES ('_transient_doing_cron', '1500964734.6237919330596923828125', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE `option_name` = VALUES(`option_name`), `option_value` = VALUES(`option_value`), `autoload` = VALUES(`autoload`)

L’anonimato a giornali alterni | Il blog di wow

Il blog di wow

Riflessioni non richieste su giornalismo, politica, economia, televisione

L’anonimato a giornali alterni

| 0 comments

Ieri era stata la volta del Corriere della Sera. Citava una testimonianza di una seconda ragazza nell’ambito dell’inchiesta di bari, dopo Patrizia D’Addario, con le sole iniziali ‘per consentirle di continuare a vivere una vita tranquilla nella sua città’.
Repubblica invece iniziava l’intervista in questo modo: ‘barbara monteleone ha 23 anni, è di modugno, è una bellissima madre single di una bambina di un anno e tre mesi’. Mancano solo indirizzo e numero di telefono e tutti i dati sensibili sono lì nelle prime righe.

Oggi invece è Repubblica a utilizzare l’anonimato per la terza ragazza testimone dell’inchiesta di Bari sugli imprenditori della Sanità Tarantini. ‘La chiameremo L., come l’iniziale del suo nome di battesimo, perche’ ha chiesto a Repubblica un anonimato ‘che mi consenta di continuare a lavorare e vivere serenamente a Bari”.
Anonimato garantito quindi? Neanche per idea.
Il Sole 24 Ore a pag. 13 rivela senza indugi che la terza testimone si chiama Lucia Rossini e ha 28 anni.
E l’anonimato indispensabile per continuare a vivere a Bari?

Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Required fields are marked *.