WordPress database error: [INSERT command denied to user 'appuntis12056'@'2001:4b78:1001::501' for table 'wp_options']
INSERT INTO `wp_options` (`option_name`, `option_value`, `autoload`) VALUES ('_transient_doing_cron', '1500568120.9310619831085205078125', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE `option_name` = VALUES(`option_name`), `option_value` = VALUES(`option_value`), `autoload` = VALUES(`autoload`)

Ladra per necessità (di far notizia) | Il blog di wow

Il blog di wow

Riflessioni non richieste su giornalismo, politica, economia, televisione

Ladra per necessità (di far notizia)

| 1 Comment

Ha conquistato le copertine dei tg la storia della pensionata 70enne della provincia di bergamo sorpresa a rubare in un supermarket. L’anziana si è giustificata con i carabinieri dicendo che lo faceva per necessità e subito i nostri giornalisti si sono affrettati a inserire la succosa notizia appena dopo i dati allarmanti sull’inflazione galoppante.

Molti si sono spinti addirittura ad intervistare, troupe al seguito, il negoziante che ha sporto denuncia contro l’autrice del furto di generi alimentari, quasi rimproverando il commerciante per non essersi reso conto delle drammatiche difficoltà di sussistenza della signora e per la poca sensibilità dimostrata.

Quella che però è sfuggita è una riflessione sui dati che loro stessi hanno reso noti al pubblico. La signora vive sola in una casa di proprietà in un paesino della Val Brembana, e percepisce una pensione di circa 800 euro al mese (si presume comprensiva di reversibilità per la morte del marito qualche anno fa).
 
Conoscendo per esperienza diretta la situazione di molti studenti e pensionati che vivono da soli nelle grandi città (quindi ancora più care del paesino suddetto) si dovrebbe pensare che tutti assaltino i supermaket strangolati dal peso del costo della vita. Ma ovviamente non è così. Ci sono molti single e famiglie che vivono con quella somma, e magari non in una casa di proprietà, e pur tra mille difficoltà non rubano nè tentano giustificazioni per i loro vizietti.

Si rassegnino gli indignati a tassametro: una pensionata sola, in una casa di proprietà, può vivere più che decentemente (senza viaggi alle seychelles, ma non credo sia un diritto fondamentale da inserire nel welfare) come fanno milioni di anziani con le pensioni sociali e minime (nemmeno 500 euro al mese) e molti studenti universitari nelle più grandi città.

I cleptomani o i ladruncoli cerchino altre scuse per le loro malattie e i giornalisti tanto bravi a calcolare quanto spende una famiglia media facciano prima qualche conto in tasca a certi "ladri per necessità".

Be Sociable, Share!

One Comment

  1. Ma tu lo sai che la storia del nonnino povero che ruba affamato nel supermercato in Sardegna, uscita qualche mese fa, è stata poi rivelata una palese bufala?

    Pare che il giornalista incriminato dell’Unione Sarda si sia inventato di sana pianta questa notizia, non immaginando che poi l’avrebbe ripresa tutta la stampa italiota…

    Comunque, la stampa italiana è veramente un’isola trita e sciatta. Titoloni, bufale, baronie, traduzioni dirette (spesso con strafalcioni) dai tabloid inglesi, zero rettifiche. E parlo di Corriere e Repubblica, non di Cronaca Vera.

    Guido.

Lascia un Commento

Required fields are marked *.