WordPress database error: [INSERT command denied to user 'appuntis12056'@'2001:4b78:1001::501' for table 'wp_options']
INSERT INTO `wp_options` (`option_name`, `option_value`, `autoload`) VALUES ('_transient_doing_cron', '1500568351.9388480186462402343750', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE `option_name` = VALUES(`option_name`), `option_value` = VALUES(`option_value`), `autoload` = VALUES(`autoload`)

La poverologa consulente dell’Eni | Il blog di wow

Il blog di wow

Riflessioni non richieste su giornalismo, politica, economia, televisione

La poverologa consulente dell’Eni

| 0 comments

Dall’alto delle sue consulenze da centinaia di migliaia di euro, Lucia Annunziata si traveste da poverologa e oggi su "La Stampa" ci fa l’elemosina di un articolo entusiastico sulla social card, meglio nota come patente di povero, appena varata dal governo. (L’articolo lo trovate qui).

Per lei è un gioco da ragazzi immedesimarsi nei poveri che guadagnano 500 euro al mese, "e per cui un dono mensile di 40 euro costituisce quasi il 10% di aumento del suo reddito". Bisognerebbe spiegare alla Annunziata che nessuno si ritiene contrario in linea di principio ad una redistribuzione (anche infinitesimale) per i redditi bassissimi. Ma che siamo invece contrari, come tutte le persone che realmente hanno presente il vero significato della solidarietà, alle etichette appiccicate alla gente che non può esimersi dall’accettarle.

La sua frase che dice "Inoltre, queste persone non hanno vergogna di avere nelle mani una carta che ne attesti la condizione di povertà: i veri poveri sanno di esserlo e conoscono già l’umiliazione di mettersi in fila alle mense, o di chiedere ai figli qualche lira in più. Una carta probabilmente porta loro almeno un senso di considerazione da parte degli altri" può essere opera solo da chi non ha mai conosciuto persone di quello status. In caso contrario saprebbe della vergogna che essi provano quando si mettono in fila alla mensa, ma tengono la testa alta (come diceva ieri Massimo Gramellini) con una dignità sicuramente più alta della giornalista e pluriconsulente Annunziata, guarda caso proprio dell’Eni finanziatrice della social card.

Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Required fields are marked *.