WordPress database error: [INSERT command denied to user 'appuntis12056'@'2001:4b78:1001::501' for table 'wp_options']
INSERT INTO `wp_options` (`option_name`, `option_value`, `autoload`) VALUES ('_transient_doing_cron', '1500964755.2597560882568359375000', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE `option_name` = VALUES(`option_name`), `option_value` = VALUES(`option_value`), `autoload` = VALUES(`autoload`)

Scommettiamo che… | Il blog di wow

Il blog di wow

Riflessioni non richieste su giornalismo, politica, economia, televisione

Scommettiamo che…

| 0 comments

Quanto dovremmo aspettare per leggere le prime dichiarazioni di sostegno al consigliere regionale Domenico Crea, arrestato anche sulla base di questo tipo di intercettazioni?

Prima conversazione. "Mentre in alcune cose, il settore è circoscritto e si possono… Qua è una regione che parte da Cosenza a Reggio Calabria; chi c… sa l’intervento che ha fatto qua o l’intervento che hai fatto ad Amantea o quello che puoi fare a Reggio Calabria? Nessuno. Nessuno è all’altezza … Te capì? O non te capì?". A parlare è il consigliere regionale calabrese Domenico Crea, arrestato nell’ambito dell’operazione "Onorata Sanità", in un colloquio con il suo collaboratore Antonio Iacopino intercettato dagli investigatori il 3 agosto 2007.

"Un faccendiere come a quello, come a Enzo – aggiunge Crea – in un mestiere come questo, lo sai che faceva? Rendeva il 100%. Senti quello che ti dice Mimmo; e non l’ha mai capito, si sentono intelligenti, ma a me mi possono tenere le p…., la gente. A me la gente, quelli che si sentono intelligenti, mi possono tenere le p…, se mi seguono… E lo sai quando … che mi servivano lo sai come, alla perfezione… cioè alla perfezione e non… non si muovevano di una virgola… ed io sfondavo. Non mi tradivano e lavoravano, non so se sono… Ti parlo del ’95, ’96, quando io ero un Dio che dopo ti fanno la corte pure quelli che hai intorno. Non quando sei solo".

"All’epoca – prosegue Crea – le mie tre braccia erano Pino, Bruno e il mongolo di Sandro, di mar…(abbassa il tono della voce e tronca la parola, ndr). Mi hai capito? e sono tutti miliardari… Il più fesso di loro è miliardario… e ti ho detto tutto… Però, fino ad un certo punto si sono comportati bene… I primi due non posso dire nulla fin quando sono stati con me… non so… per i primi cinque anni… E tutti dicevano ‘Crea è granitico’, che ha i dirigenti suoi. Nessuno sa quello che fa lui. Non lo tradiscono … Tutti, assessori, presidenti, tutti mi si corrompono, che mi domandarono … A tutti quanti … non solo con… che qua siamo a livelli alti e chi è… e chi è intelligente e chi è che sa fare il mestiere suo, ma vedi che spacca". Uno dei bracci di cui parla Crea, secondo l’accusa, è Alessandro Marcianò, con il figlio Giuseppe presunto mandante dell’omicidio Fortugno.

Seconda conversazione. "Duemila miliardi … me li gestivo io per i c… miei … Allora perché vi dico ragionate con le teste e non fate gli storti … perché ce ne sono certi da noi che sono storti e certi che sono intelligenti, mi hai capito? Che non sanno neanche che vuol dire … perché soffro quando penso … per una cazzata". Così Crea si rivolge a Iacopino mentre si trovano in auto insieme. Un colloquio registrato dagli investigatori.

"Ma no con uno stipendio – aggiunge Crea – che c… te ne fotte dello stipendio. Cioè, ma quando hai me cretino tu che puoi fare? Ti prendi i 10 mila euro di consigliere? e che c… sono?".

"Quando io a quello storto di Battaglia – dice ancora Crea – gli ho detto viene e fammi il direttore generale .. che gli volevo dire? Quanti ne abbiamo 3.000 miliardi 4.000 miliardi .. ci sei pure tu".

(Fonte: Repubblica.it)

 

Il tempo di chiamare le agenzie e subito cominceranno i distinguo, i rimpalli delle accuse, la balle sulla magistratura ad orologeria. Scommettiamo?

Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Required fields are marked *.