WordPress database error: [INSERT command denied to user 'appuntis12056'@'2001:4b78:1001::501' for table 'wp_options']
INSERT INTO `wp_options` (`option_name`, `option_value`, `autoload`) VALUES ('_transient_doing_cron', '1500964704.3685669898986816406250', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE `option_name` = VALUES(`option_name`), `option_value` = VALUES(`option_value`), `autoload` = VALUES(`autoload`)

Nun ce voglio stà | Il blog di wow

Il blog di wow

Riflessioni non richieste su giornalismo, politica, economia, televisione

Nun ce voglio stà

| 2 Comments

La vicenda della bocciatura di Renzo Bossi, figlio del Senatùr, su cui trovate qui gli ultimi aggiornamenti, crediamo sia paradigmatica di come una parte dell’Italia (sempre più larga) veda come un ostacolo ingiustificato tutto ciò che non permette di fare i fatti propri o che in qualche modo li penalizza. Umberto Bossi è il caso più famoso ed eclatante di genitore che quando si vede bocciare suo figlio invece di spronarlo a studiare di più fa un ricorso al tar (e fa convocare una commissione ministeriale).

I giornali e l’esperienza di chiunque ne sono pieni, e magari è successo anche nel nostro piccolo, quando accusavamo il nostro prof di matematica o chimica di averci preso di mira, prima che un genitore presente, e per nulla incline alla copertura a prescindere dei figli, ci riportasse con la testa sui libri, ricordandoci che non è corretto accusare gli altri per le nostre deficienze.

Il vittimismo, lo abbiamo detto anche nel caso della prima medaglia d’oro mancata di federica pellegrini, non aiuta a risolvere nulla e non ci permette nemmeno quello scatto di orgoglio indispensabile per superare le prove per noi più difficili.

Fortuna che, nel caso più illustre di cui parlavamo prima, la goliardia ha fatto sì un gruppo di ragazzi creasse un blog con un titolo eloquente "promuovete Renzo Bossi", in cui viene proposta una raccolta di firme per fargli superare l’esame di maturità, in cambio della rinuncia alla riforma della pubblica istruzione minacciata da Bossi dopo la bocciatura di suo figlio. Il link per firmare è qui

Be Sociable, Share!

2 Comments

  1. Forse più che un ricorso ci vuole un rincorso. Un bel rincorso a calci in kiul.

  2. Se continua così, quel Renzo Bossi, farà la stessa fine del padre…

Lascia un Commento

Required fields are marked *.