WordPress database error: [INSERT command denied to user 'appuntis12056'@'2001:4b78:1001::501' for table 'wp_options']
INSERT INTO `wp_options` (`option_name`, `option_value`, `autoload`) VALUES ('_transient_doing_cron', '1501028982.4636499881744384765625', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE `option_name` = VALUES(`option_name`), `option_value` = VALUES(`option_value`), `autoload` = VALUES(`autoload`)

Si scioglie An | Il blog di wow

Il blog di wow

Riflessioni non richieste su giornalismo, politica, economia, televisione

Si scioglie An

| 0 comments

Difficile dire quello che sarà di An, e dei suoi elettori, dopo la fusione con Forza Italia per dare vita al Popolo della Libertà.
So per certo che molti di coloro che votavano per il centrodestra alla domanda "ma tu voti davvero per Berlusconi?" rispondevano fieri: "no, io voto an". A me non sembrava granchè come risposta, ma almeno era un dato di fatto. Adesso non ci sarà più questo scudo (fittizio o reale).

Un altro fatto è che a rappresentare la linea di Alleanza Nazionale nei Tg, da mesi a questa parte, erano principalmente Gasparri e Bocchino, due che avrebbero potuto avere la tessera di Fi in tasca ormai da qualche anno. E che non rappresentavano più una linea distinta da Fi in nessun campo.

Credo che la palla sia ancora nelle mani di Fini, l’unico che ha il carisma e la fiducia della base dei suoi elettori e anche la simpatia di coloro che non lo votano ma lo osservano con curiosità.
Finora ha dimostrato pochissimo coraggio politico.
Il suo può benissimo essere un calcolo, una sapiente attesa che il dominus Berlusconi abbandoni il campo e consenta a lui (e agli altri candidati alla successione) di potersela giocare. Ma i tempi lunghi in politica non sono così prevedibili e l’attesa logora. Senza contare che il fatto che il premier voglia davvero farsi da parte è tutto da verificare.

Ma Fini non è stupido, e sa che oltre a questi calcoli di tipo politico c’è da considerare un lato altrettanto importante: i media. Qualche prova l’ha avuta recentemente, con la provocazione de "Il Giornale" su Fini candidato ideale alla guida del Pd, e nel periodo del grande freddo, subito dopo il predellino, alla fine del 2007. Fare politica senza l’appoggio e il vento nelle ali della stampa e della televisione targata Mondadori e Mediaset può essere difficilissimo.

Per cui avanti con il partito unico e la costruzione di un profilo da uomo di Stato. Aspettando un semaforo verde che non si sa ancora quando arriverà. In bocca al lupo

Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Required fields are marked *.