WordPress database error: [INSERT command denied to user 'appuntis12056'@'2001:4b78:1001::501' for table 'wp_options']
INSERT INTO `wp_options` (`option_name`, `option_value`, `autoload`) VALUES ('_transient_doing_cron', '1501029325.0223989486694335937500', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE `option_name` = VALUES(`option_name`), `option_value` = VALUES(`option_value`), `autoload` = VALUES(`autoload`)

La sveglia del Galli | Il blog di wow

Il blog di wow

Riflessioni non richieste su giornalismo, politica, economia, televisione

La sveglia del Galli

| 0 comments

Il professor Ernesto Galli della Loggia si è svegliato.

Questo hanno pensato in tanti stamattina dopo aver visto il titolo del suo intervento sul Corriere della Sera “Due o tre cose su premier e stampa”. Dopo aver dibattuto di celebrazioni per i 150 anni della Repubblica nei mesi scorsi, finalmente si confronta con l’attualità e saprà essere durissimo e inflessibile come da uno storico e liberale come lui ci si aspetta.

Poi bisognava leggere il  suo pezzo. Un cerchiobottismo d’annata, evidentemente fatto invecchiare in questi mesi di astinenza da opinioni politiche. Un distillato di benaltrismo, distinguo e minimizzazioni.

Prima parla dell’incapacità caratteriale del premier di gestire i conflitti, anche di natura personale. Poi, sulla base dell’impossibilità di un incredibile compromesso tra giornali che lo attaccano e Silvio Berlusconi (compromesso su cosa caro Galli della Loggia?) arriva il suo capolavoro.

Lo storico si chiede retoricamente quale risposta sensata si può dare a domande come “Lei ritiene di poter adempie­re alle funzioni di presidente del Consiglio?” e “Quali sono le sue condizioni di salute?”.

Giusto per contribuire nel mio piccolo alla sua cultura, signor Della Loggia, posso confermarle che in qualsiasi elezione presidenziale americana le cartelle cliniche che accertano le condizioni mediche dei candidati vengono rese note proprio per rispondere a quelle domande che lei sbeffeggia.

L’apoteosi del cerchiobottismo arriva però nell’ultimo paragrafo.

Dopo una blanda critica dell’iniziativa di Berlusconi, Galli della Loggia dedica tutte le sue forze ad una lezione di giornalismo, indicando quindi quali sono e non sono i compiti della libera stampa.

Strano perchè nel passato (e nemmeno in questo suo articolo) non sono mai stati menzionati, tra i compiti che spettano alla libera stampa quello del killeraggio dei nemici politici (vedi caso Feltri- Di Pietro, Feltri-Boffo, Belpietro- Telekom Serbia) da parte di giornali di proprietà del Presidente del Consiglio. Ma ugualmente Galli della Loggia si è guardato bene dal criticarli mai.

Così come non ha mai avuto una parola sul conflitto d’interesse (visto che è bravo nelle lezioni di giornalismo) e sullo strapotere mediatico del premier (con Mediaset e 2 reti Rai nelle sue mani) sulla sua incidenza sulla formazione dell’opinione pubblica in Italia.

Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Required fields are marked *.