WordPress database error: [INSERT command denied to user 'appuntis12056'@'2001:4b78:1001::501' for table 'wp_options']
INSERT INTO `wp_options` (`option_name`, `option_value`, `autoload`) VALUES ('_transient_doing_cron', '1501180136.3763349056243896484375', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE `option_name` = VALUES(`option_name`), `option_value` = VALUES(`option_value`), `autoload` = VALUES(`autoload`)

Simpatici pretesti | Il blog di wow

Il blog di wow

Riflessioni non richieste su giornalismo, politica, economia, televisione

Simpatici pretesti

| 0 comments

Ho davvero perso il conto del numero di uomini politici e di blogger che stanno facendo il tiro al piccione nei confronti dell’intervista/endorsement di stamattina su Repubblica da parte di Debora Serracchiani.

Pietra dello scandalo: l’aver detto che si è schierata a sostegno della candidatura di Franceschini “perchè è simpatico” e in secondo luogo “perchè D’Alema e Bersani rappresentano l’apparato”.

Per quanto riguarda la prima affermazione, a meno che non si abbia la malafede di pensare che una persona come la Serracchiani decida in base a criteri estetici e/o caratteriali, è evidente che si tratta di una battuta.

Sulla seconda credo non ci sia nulla da contestare, viste le biografie di Pierluigi Bersani e Massimo D’Alema.  Non che Dario Franceschini sia un novellino della politica… ma la differenza c’è e si vede.

Cosa può adesso aver spinto i politici Marrazzo, Carra, Zingaretti, Follini, Pollastrini, Pittella, Giachetti (solo per citarne alcuni) e i blogger/politici Mario Adinolfi (il più tenero), Francesco Costa, Luca Sofri, Giuseppe Civati (anche qui solo per citarne alcuni) a reagire in maniera così pretestuosa e scomposta?

Due possibili motivazioni: delusione per il fatto che abbia scelto di appoggiare un candidato diverso dal proprio (o da se stessi, nel caso di Adinolfi) o, ancora più semplicemente, aspettavano il primo accenno di passo falso da parte di una persona che fino ad ora, da quando è diventata popolare anche al grande pubblico, non ne aveva sbagliata una.

Nessuna fretta, sbaglierà anche lei. Ma la prossima volta sceglietevi un pretesto un filo più decente.

Update: in contemporanea al mio pezzullo ne è uscito uno sullo stesso tema di Marco Travaglio.

Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Required fields are marked *.