WordPress database error: [INSERT command denied to user 'appuntis12056'@'2001:4b78:1001::501' for table 'wp_options']
INSERT INTO `wp_options` (`option_name`, `option_value`, `autoload`) VALUES ('_transient_doing_cron', '1501029591.9337489604949951171875', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE `option_name` = VALUES(`option_name`), `option_value` = VALUES(`option_value`), `autoload` = VALUES(`autoload`)

L’ingenuità della classe dirigente | Il blog di wow

Il blog di wow

Riflessioni non richieste su giornalismo, politica, economia, televisione

L’ingenuità della classe dirigente

| 0 comments

Una delle prime volte che mi capitò di venire a contatto con qualche persona “importante” (gente sui giornali tutti i giorni, che sicuramente fa parte della classe dirigente del nostro Paese) ebbi la fortuna di avere accanto un amico che mi disse: non dimenticarti che sono uomini (o donne), a volte molto meno lungimiranti e più “fessi” di quanto si possa mai immaginare. Per confermarmelo mi fece un elenco non esaustivo delle cretinate e delle meschinità compiute da queste persone.

Sono passati anni da allora ma devo dire che nessuno è mai riuscito a smentire la frase piena di cinismo di quell’amico.

Prendiamo solo alcuni casi degli ultimi giorni.

Il nuovo amministratore delegato di Finmeccanica Alessandro Pansa che conversa amabilmente con il giornalista Marco Lillo del Fatto Quotidiano dicendogli “se lei scrive queste cose poi dovrò trarne le conseguenze”, richiamando poi per dire che a dimettersi non ci pensa proprio.

Quale sia il motivo che spinge l’ad di un’azienda con una schiera di addetti stampa e responsabili comunicazione a rispondere direttamente a un giornalista di un quotidiano “corsaro” come il Fatto è un mistero. Ed è un mistero anche il perchè pensi che il giornalista non stia registrando. E il tutto è reso ancora più incredibile dalle cose che dice e dal fatto che Alessandro Pansa altri non è se non il figlio del famoso giornalista Giampaolo Pansa, uno dei più grandi cronisti italiani che chissà quante volte è ricordo a questi vecchi trucchi per fare qualche scoop.

Ingenuità che lasciano senza parole se si pensa all’ammontare di responsabilità che grava sulle spalle di un altissimo dirigente come Pansa.

Il secondo esempio riguarda Mario Monti e la sua frase sui desideri della cancelliera tedesca Angela Merkel sulle elezioni italiane:  ”la Merkel teme l’affermarsi dei partiti di sinistra in Europa soprattutto in un anno elettorale per lei, credo che non abbia nessuna voglia di vedere arrivare il Pd al governo”. Si tratta di uno scivolone clamoroso per motivi diversissimi che anche una persona a digiuno di comunicazione e di politica afferrerebbe al volo.

1. Anche se questa frase fosse davvero stata pronunciata, verrebbe poi smentita immediatamente (come in effetti è avvenuto).

2. Non è proprio un atteggiamento da statisti quello di riferire giudizi su altre forze politiche fatti da cariche istituzionali di altri paesi e utilizzarli nella campagna elettorale.

3. Davvero Monti pensa che sottintendendo che “la Merkel vorrebbe me al governo” guadagnerebbe voti tra gli italiani?

4. In questo modo vorrebbe appioppare una patente di inaffidabilità internazionale al Pd, di cui molto probabilmente tra meno di una settimana sarà alleato.

Anche qui si resta basiti dallo scarsissimo livello di lungimiranza di una personalità come Monti, ossequiata molto spesso proprio per il suo acume.

Il terzo esempio riguarda Oscar Giannino. Diciamolo subito: le sue cazzate sul falso master e sulle false lauree quasi fanno tenerezza in un mondo  popolato da squali capaci di grandi prese per i fondelli. Ma è sintomatico di quanto l’ingenuità e la scarsa lungimiranza nelle persone che hanno un ruolo importante all’interno del dibattito politico ed economico siano diffuse.

Mi fermo qui ma potrei citare mille altri casi di persone che addirittura sanno di essere indagate, come l’ex ad di Finmeccanica Orsi, ma continuano a parlare al telefono quasi a ruota libera come se niente fosse. E ogni volta mi sorprendo a pensare: ma che siano veramente degli sprovveduti?

Poi mi ricordo di quella lontana chiacchierata e mi rispondo di sì.

Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Required fields are marked *.