WordPress database error: [INSERT command denied to user 'appuntis12056'@'2001:4b78:1001::501' for table 'wp_options']
INSERT INTO `wp_options` (`option_name`, `option_value`, `autoload`) VALUES ('_transient_doing_cron', '1500597556.2130389213562011718750', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE `option_name` = VALUES(`option_name`), `option_value` = VALUES(`option_value`), `autoload` = VALUES(`autoload`)

Il genio di Banal Grande, leggi Francesco Alberoni | Il blog di wow

Il blog di wow

Riflessioni non richieste su giornalismo, politica, economia, televisione

Il genio di Banal Grande, leggi Francesco Alberoni

| 0 comments

Molti si sono esercitati a scrivere sull’uscita di Francesco Alberoni dal Corriere della Sera, con il suo accenno nell’attacco ad un contratto non rinnovato da parte della testata dopo quasi trent’anni ininterrotti.

Devo dire che la figura di Alberoni mi ha sempre incuriosito, così come ho sempre riso al suo soprannome, Banal Grande, che lo fotografa esattamente.

Ricordo che un mio professore, che è anche un grande della pubblicità, amava raccontare un episodio che concentrava in sè la grandezza e la piccolezza di Alberoni.

Anni 80. Il cliente dell’agenzia dove lavorava aveva chiesto che lo spot da mandare in onda con il relativo claim  (e sarebbe diventato, anzi lo è ancora adesso, un cult) venisse “vistato” da Alberoni. Si trattava quindi di andare a casa del guru, raccontargli cosa succedeva nella pubblicità e aspettare il suo responso.

Così i tre pezzi grossi dell’agenzia vanno a casa di Alberoni, che pochi minuti dopo riceve una telefonata.

Lo cercano dal Corriere, per il famoso articolo del lunedì. Il sociologo attacca immediatamente a dettare, al telefono, compreso virgole e punti. Non si interrompe mai se non alla fine. Chiede se va bene la lunghezza del pezzo. Risposta evidentemente affermativa dall’altra parte. Grazie mille signorina. Clic. Di cosa parlavamo signori?

Magari era solo una sboronata fatta per impressionare i propri interlocutori. Ma sta di fatto che Alberoni aveva appena dettato al telefono un fondo per la prima pagina del Corriere della Sera..

La scena prosegue con i pubblicitari che raccontano l’idea e lui che chiude gli occhi e assume un’espressione pensosa. Per uno. Due. Tre minuti. Poi dice: per me può andare. E passa al’incasso della lauta consulenza.

Alberoni è uno studioso che fino alla fine degli anni 70 era tra i più grandi sociologi al mondo. Aveva di fronte a sè una carriera da vero guru mondiale della materia. Invece decide che è il momento di cazzeggiare e cominciare a fare soldi. Quindi pubblica nel 1979 Innamoramento e Amore e tutta una serie di altri titoli sullo stesso filone: l’amicizia, l’erotismo, ti amo. Roba banalissima per una persona con il suo background e le sue capacità, che però fanno il pieno di vendite e consentono ad Alberoni di diventare ricchissimo e ottenere poltrone e incarichi prestigiosi, oltre alle consulenze di cui si diceva prima.

Onore a lui che, chiusa la rubrica sul Corriere, ne inizia immediatamente una al Giornale. Comunque vada sarà stato un genio

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Required fields are marked *.