WordPress database error: [INSERT command denied to user 'appuntis12056'@'2001:4b78:1001::501' for table 'wp_options']
INSERT INTO `wp_options` (`option_name`, `option_value`, `autoload`) VALUES ('_transient_doing_cron', '1500597083.8872709274291992187500', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE `option_name` = VALUES(`option_name`), `option_value` = VALUES(`option_value`), `autoload` = VALUES(`autoload`)

Meno male che Repubblica c’è | Il blog di wow

Il blog di wow

Riflessioni non richieste su giornalismo, politica, economia, televisione

Meno male che Repubblica c’è

| 0 comments

Ho letto il primo paragrafo dell’articolo due volte, nella speranza (vana) di aver capito male. Poi ho pensato: che stupido, sarà un’iperbole che l’autore ha usato per dire cosa NON si deve fare.

Infine, dopo aver letto tutto l’editoriale (non firmato) di oggi su repubblica, non ho potuto far altro che allargare le braccia e pensare che tanta intelligenza (supposta), se applicata così male, non serve a nulla.

Dopo la debacle elettorale del centrosinistra una nuova tiritera sulla "questione settentrionale" dai professionisti del ditino alzato era attesa, specie nei giornali di area centro-sinistra. Come se la "questione meridionale" non esistesse più, in quanto coperta dal voto di scambio e quindi fuori dai conteggi elettorali. Come se dalle scrivanie dei giornalisti potesse davvero venire l’idea capace di cambiare le sorti delle future elezioni. Come se tutti gli elettori che hanno scelto lega o pdl, al nord come al sud, stiano aspettando un bel ragionamento degli editorialisti dei grandi quotidiani per analizzare i motivi del loro voto e convincersi di quanto male hanno fatto.

Per chi si nutre (da anni) di questo tipo di illusioni il confine con il senso del ridicolo diventa meno visibile che ai più. Quindi invece di consigliare un bagno di umiltà (forse troppo scomodo perchè riguarderebbe anche loro stessi) ai politici delle autoblu e dell’aereo di stato, del cachemire ostentato e delle case comprate nei centri storici a prezzi di favore, che hanno smesso di frequentare le periferie, le zone a rischio e perfino le metropolitane, a Repubblica consigliano nientemeno che la creazione del Partito Democratico del Nord.

Il nome che risolve magicamente il problema di una sinistra apparentemente sempre più distante dai cittadini. Proprio la soluzione che ci voleva. Come abbiamo fatto a non pensarci prima. Meno male che Repubblica c’è.

Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Required fields are marked *.