WordPress database error: [INSERT command denied to user 'appuntis12056'@'2001:4b78:1001::501' for table 'wp_options']
INSERT INTO `wp_options` (`option_name`, `option_value`, `autoload`) VALUES ('_transient_doing_cron', '1500567726.6745059490203857421875', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE `option_name` = VALUES(`option_name`), `option_value` = VALUES(`option_value`), `autoload` = VALUES(`autoload`)

Crisis, what’s that? | Il blog di wow

Il blog di wow

Riflessioni non richieste su giornalismo, politica, economia, televisione

Crisis, what’s that?

| 0 comments

A qualcuno che avesse bisogno di capire il livello di etica nella finanza, e a qualche anima bella che si stesse illudendo che la crisi mondiale ha portato una qualche forma di ravvedimento nella pratiche di una parte dei banchieri, consiglio la lettura di questa notizia apparsa oggi sul Financial Times.

Mentre il governo, la Federal Reserve e la comunità finanziaria insieme cercavano un modo per salvare Merrill Lynch dal baratro simil-Lehman in cui si era cacciata, i suoi manager, come l’orchestra del Titanic, continuavano a distribuirsi (in anticipo) miliardi di dollari di bonus e premi. Tre giorni dopo il salvataggio di Bank of America (5 Dicembre) il comitato remunerazione approva il piano dei bonus e ne dispone l’erogazione non a fine Gennaio o inizio Febbraio, come avvenuto negli anni scorsi, ma il 29 Dicembre, tre giorni prima che Merrill passasse formalmente sotto il controllo di Bank of America.

Se tutto questo ancora non vi basta su DailyBeast potete trovare la lista della spesa del Ceo di Merrill Lynch John Thain, chiamato a sostituire Stanley O’Neal, licenziato nell’agosto 2007 con più di 160 milioni di dollari di liquidazione. Bisognava, circa un anno fa, rimodernare il suo ufficio a Lower Manhattan e ovviamente, anche in tempo di bilanci magri e tagli ai posti di lavoro, non si bada a spese.

Thain spent $1.22 million of company money to refurbish his office at Merrill Lynch headquarters in lower Manhattan. The biggest piece of the spending spree: $800,000 to hire famed celebrity designer Michael Smith, who is currently redesigning the White House for the Obama family for just $100,000.

The other big ticket items Thain purchased include: $87,000 for an area rug in Thain’s conference room and another area rug for $44,000; a "mahogany pedestal table" for $25,000; a "19th Century Credenza" in Thain’s office for $68,000; a sofa for $15,000; four pairs curtains for $28,000; a pair of guest chairs for $87,000; a "George IV Desk" for $18,000; 6 wall sconces for $2,700; six chairs in his private dining room for $37,000; a mirror in his private dining room for $5,000; a chandelier in the private dining room for $13,000; fabric for a "Roman Shade" for $11,000; a "custom coffee table" for $16,000; something called a "commode on legs" for $35,000; a "Regency Chairs" for $24,000; "40 yards of farbric for wall panels," for $5,000 and a "parchment waste can" for $1,400.

Crisis, what’s that?

Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Required fields are marked *.