WordPress database error: [INSERT command denied to user 'appuntis12056'@'2001:4b78:1001::501' for table 'wp_options']
INSERT INTO `wp_options` (`option_name`, `option_value`, `autoload`) VALUES ('_transient_doing_cron', '1500597102.3376500606536865234375', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE `option_name` = VALUES(`option_name`), `option_value` = VALUES(`option_value`), `autoload` = VALUES(`autoload`)

Rocco e i suoi Sabelli | Il blog di wow

Il blog di wow

Riflessioni non richieste su giornalismo, politica, economia, televisione

Rocco e i suoi Sabelli

| 0 comments

Il premio "Incurante del ridicolo 2009" ha da ieri un nuovo candidato molto autorevole. E’ Rocco Sabelli, che dalle colonne del Corriere della Sera, ha sparato una serie impressionante di balle spaziali condite dal ritrovamento di diverse pagliuzze negli occhi dei competitor senza guardare le sue gigantesche travi.

L’amministratore delegato della Cai ce l’ha con Trenitalia, che parla addirittura di "competizione unfair" di Trenitalia sulla tratta Roma-Milano, perchè nel 2008 ha ricevuto 3,8 miliardi di aiuti dallo Stato.

Alla testa d’uovo l’idea della concorrenza non deve proprio andare giù, se invece di ringraziare la nostra classe politica che gli concede di avere il MONOPOLIO sulla tratta Roma-Milano, come neanche la Cina fa con la sua compagnia di bandiera, si mette a stranazzare contro Trenitalia, che tra le altre cose non può tagliare i treni improduttivi o che si riempiono poco in maniera indiscriminata, come lui ha fatto con le sue rotte intercontinentali e nazionali.
Il fatto poi che lo stato si sia fatto carico della Bad Company con i relativi miliardi di euro dei contribuenti (e degli obbligazionisti) buttati al vento, non zittisce Sabelli, che rincara la dose.

Scopre con stupore che i treni viaggiano con forti ritardi, e parla di licenze revocate dall’Enac se i voli Cai avessero cumulato gli stessi ritardi sulle proprie rotte.
La soluzione sarebbe di revocare la licenza a Trenitalia, pare di capire, così tutti dovremmo viaggiare sulla Roma-Milano con gli aerei del prode Sabelli, che è capace di chiedere cifre astronomiche (anche 300 euro) per voli di 50 minuti, tanto sarebbe un vero monopolio su tutti i mezzi, come piace a lui.

Posizione così chiara che qualcuno del governo potrebbe pure farci un pensierino.

Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Required fields are marked *.